Crostata di ricotta e cioccolato

Chocolate and ricotta tart

Credo che l’ossitocina stia sortendo i primi effetti. Come tutte le mattina la cucciola alle 5 si sveglia e inizia a tirare qualche calcetto affinché io vada in bagno a ridurre il volume della vescica! La principessa ha già bisogno di molto spazio!!!! Prima tornavo a letto e continuavo a dormire, adesso no! Una volta sveglia non c’è verso d riaddormentarmi, sono attiva e pronta a tutto.

Mi avevano detto che dopo la 35 settimana ci sarebbe stato un incremento di questo ormone, ma mi sa che con me ha anticipato un po’ i tempi 🙂

L’ossitocina è un ormone molto importante serve per il travaglio, al parto, all’allattamento ed si dice sia l’ormone dell’accudimento,  l’aumento di questo ormone aumenta la soglia d’attenzione ed è per questo che le mamme si svegliano al minimo vagito del loro piccolo, a differenza dei papà che continuano a dormire beatamente! 
Ma passiamo alla ricetta. No, non ho provato la frolla di mais e riso, come dicevo nel post precedente, per la crostata. Questa frolla è la solita che faccio sempre, veloce e semplice da fare soprattutto se ti ritrovi a cena un ospite inaspettato. Bastano pochi ingredienti e un tempo minimo per preparare l’impasto. Per condirla: della ricotta impastata con qualche spezia, dello zucchero e un uovo o della semplice marmellata. In tutto 10 minuti per la preparazione e 25 di cottura e poi con il freddo che fa finisce su una bella sedia sul balcone e quando la cena sarà finita sarà fredda al punto giusto.

Chocolate and ricotta tart

Torta di ricotta e cioccolato

Per la frolla

  1. 300g di farina BiAglut da mezzo chilo
  2. 125g di burro
  3. 125g di zucchero
  4. 1 uovo grande
  5. i semi di una bacca di vaniglia

Per il ripieno

  1. 500 g di ricotta
  2. 1 uovo
  3. 3- 4 cucchiai di zucchero
  4. cannella
  5. gocce di cioccolato*

Versare tutti gli ingredienti nella ciotola dell’impastatore  e amalgamare bene il tutto.  Versare la pasta su un piano da lavoro ben infarinato e lavorare leggermente. Mettere da parte la frolla e preparare il ripieno: in una ciotola mettere tutti gli ingredienti e con una frusta amalgamare bene il tutto. Accendere il forno a 180° . Foderare con la carta forno il fondo di una tortiera a cerniera del diametro di 24 cm e con l’impasto rivestite il fondo e i bordi. Versate il ripieno e cuocete in forno caldo per circa 25/30 minuti. Fate raffreddare bene e servite.

*Nell’acquistare gli ingredienti utili alla preparazione di questa ricetta è importante consultare il prontuario dei prodotti in commercio senza glutine.

16 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 2
    gaia

    buongiorno anna!
    ho avuto tue notizie da genny con cui ho chiacchierato un pò nei giorni scorsi e sono felice di sentire che la principessa stia bene e chieda spazio!in fondo è una femmina e ha già capito che in futuro avrà bisogno di mooooolto spazio, che sia armadio-scarpiera o dispensa per le farine come la mamma!!! =)

    un abbraccio grande grande
    gaia

  2. 3
    Valeria

    buongiorno! che belle storie ci racconti, fanno sorridere ed emozionare. la torta è un grande classico che io ho sempre amato, e la tua così bella alta mi fa ancora più venir voglia di provarci di nuovo 🙂

  3. 4
    lydia

    Io sono una disgraziata, sciagurata, pessima.
    Non ti ho chiamato, non ti ho scritto 2 righe, una notizia così strepitosa così fantastica e non vi ho festeggiate a dovere.
    Perdonami, ti prego

  4. 5
    anna

    Elvira Un abbraccio forte anche a te e un bacino al piccolo.
    Gaia La principessa comincia a farsi sentire da subito! Un abbraccio grande
    Veleria: grazie mille 🙂

  5. 7
    la Ucci

    A proposito di intolleranze, io non digerisco bene il lattosio, e la ricotta è una dei latticini che mi fanno più male al pancino. Quindi temo che questo ripieno lo dovrò saltare :°( (a malincuore perché la ricotta mi piace moltissimo). Ma non esiste un’alternativa alla ricotta che abbia sapore simile ma poco/niente lattosio?

  6. 8
    anna

    Ucci non posso aiutarti. Ho un amico intollerante al lattosio che, non so per quale strano motivo, riesce a mangiare formaggi di capra. Mi dispiace….un grande abbraccio 🙂

  7. 10
    Graziella

    Nel mio caso non son riuscita a provare l’effetto dell’ossitocina pre-parto, ma se da vita a queste ricette dev’essere davvero una cosa bellissima!!!!!
    Non c’è maniera di fare iniezioni di ossitocina anche ai papà in modo che si alzino anche loro qualche volta??? 😉

  8. 11
    Oxana

    Bellissima!!!
    @ Ucci, anch’io ho problemi con la ricotta normale ma con la ricotta di capra non mi fa quell’effeto stranno. Prova di capra.

  9. 14
    cavoletto

    oooh, l’ossitocina, quanti ricordi! me ne sono sparato una fiala intera in giorno in cui è nata Lena 🙂 Comunque è verissimo, ormai sono quasi 365 giorni (e notti!) e in effetti al primo mezzo rumore la mamma salta in piedi per chinarsi sulla culla o sul lettino… Un grande in bocca al lupo per queste prossime settimane e mesi, stai per iniziare una bellissima avventura… 🙂

  10. 15
    cavoletto

    (seeee, ciaooooo, mi sono accorta solo ora che questo post è di mesi fa, chissà perché ero convinta fosse uno degli ultimi!! A parte la triste figura, immagino che essendo passati ormai un bel po’ di mesi non posso che dirti Tanti Auguri! 🙂

Rispondi