Blog

Focaccia!

Vi è mai capitato di capire quando è il momento di fare una cosa? Dei segnali che ti dicono che è il momento giusto?

Ho pensato e ripensato da quando ho riaperto il blog se avessi fatto la cosa giusta, se avrei avuto la costanza di seguirlo, di curarlo e sopratutto la voglia di continuare a postare ricette. Ma in quest’ultimo periodo i segnali sono stati tanti. Al lavoro ad esempio nell’arco di pochi giorni a scoprirsi celiaci sono stati in tre. Al corso di fotografia che ho frequentato almeno tre erano le persone che optavano per un’ alimentazione senza glutine e lattosio. Parenti vari invitati a cena durante le feste hanno capito di essere sensibili al glutine. Tutti segnali che secondo voi posso ignorare? Io credo di NO!!! 😀

Cambiamenti!

Ce ne sono stati molti negli ultimi 5 anni che hanno stravolto completamente la mia vita. Cambiamenti che mi hanno insegnato  un amore diverso, incondizionato. Cambiamenti che hanno modificato il mio modo di essere. So che non dico niente di nuovo quando dico che l’amore per i figli è qualcosa che ti lascia senza fiato, l’amore per i figli è dedizione completa fino ad annullare quasi la tua identità. Ma ultimamente qualcosa è cambiato, ho deciso di riprendere parte della mia identità. Ci sto lavorando! Ho deciso che  dedicherò una parte del mio tempo a ciò che mi piace, alle mie passione come il cibo, la fotografia e il blog. La mia confort zone, un posto che mi ha regalato molto.

Due anni dall’ultimo post, gli amici continuano a dirmi che si sono stufati delle stesse foto e continuano a chiedermi ma quando lo aggiorni? Vogliono ricette e consigli perchè hanno scoperto una sensibilità al glutine, per amici celiaci o per pura curiosità. Ho sempre risposto che la blog sfera è piena di blog gluten free fighissimi e continuo a sponsorizzare il mio sito preferito che è “Glutenfreetravelandliving”. Ma gli amici sono amici e sono affezionati al mio blogghino. 10 anni sono tanti e anche io ci sono affezionata quindi oggi si torna a postare e spero di riuscire a farlo più spesso rispetto all’ultima volta!!! E per l’occasione gli ho regalato un abito nuovo nuovo.

Io non mangio da solo

Avrei voluto partecipare al contest di Virginia ma, per mancanza di tempo, non ci sono riuscita. Il contest serviva a creare un calendario e un libro di ricette per l’associazione Progettomondo Mlal.

“Progettomondo Mlal è un’ organizzazione di volontariato internazionale nata nel 1966 per coordinare l’impegno dei tanti laici che in quel periodo decidevano di fare un’esperienza di volontariato in Sud America. Poi è diventata una Ong e di cooperazione allo sviluppo e in 45 anni di ininterrotto impegno ha realizzato più di 400 programmi di sviluppo, indirizzati a rendere i popoli di Africa e America Latina autori della propria crescita, nel rispetto dell’indipendenza delle proprie comunità.”

Il calendario lo potete trovare in vendita ordinandolo all’indirizzo: [email protected] o via tel. allo 045.8102105.

Per i milanesi e non Domenica 25 Novembre ci sarà la vendita di decorazioni natalizie in Darsena all’angolo tra viale Gorizia e Ripa di Porta Ticinese (zona Naviglio Grande). Il ricavato andrà al progetto Io non mangio da solo. Io ci sarò insieme ad altre blogger con i miei biscotti decorativi.

Focaccia pugliese

Come vorrei poter mangiare una bella fetta di questa focaccia, ma purtroppo in questo periodo devo sottostare ad una dieta rigida.

In gravidanza ho sviluppato il diabete gestazionale e gli alimenti che normalmente consumavo ricchi di mais e riso li ho dovuti eliminare.

Cosa mangio?

Quinoa, amaranto e pane e pasta  integrale senza glutine….dolci sono quelli preparati in casa e tanta carne, pesce, frutta e verdura! La focaccia è per una mamma che in una mail mi chiedeva la ricetta della focaccia barese, così  mi sono ricordata che l’avevo già fatta ma mai pubblicata. Le foto sono vecchie e in casa non c’è traccia di questa focaccia…cosa non si fa per i figli!

Cioccolatiamo….

Non so voi, ma io quando faccio la spesa compro sempre quantità industriali di roba. In casa siamo in due ma quando vado al super faccio la spesa per 8!!!

In casa non devono mai mancare: le uova, il burro, lo zucchero, la farina e poi le marmellate e il cioccolato.

Così ogni volta faccio un salto al super oltre a comprare quello c’è scritto sull’ elenco della spesa  prendo sempre un vasetto di marmellata e due/tre barrette di cioccolato! L’altro giorno aprendo la dispensa mi sono accorta della quantità industriale di cioccolato che avevo, così  ho deciso di fare una torta super cioccolatosa prima dell’ arrivo del caldo.

Cercavo una ricetta dove l’ingrediente principale fosse il cioccolato e dove trovarla se non sul libro di Maureen Mckeon “Choco”.

La torta è una torta senza farina, tra la base e la farcitura ho utilizzato circa 500g di cioccolato, l’unica variazione è la farcitura interna fatta con della marmellata di pesche. E sì ho anche molta marmellata da consumare!!!! 😀

Cinnamons rolls

Ho fatto colazione con questi dolcetti a Venice in Florida, in una stanza di un motel molto carina con grandi sedie di vimini bianche e un tavolone rotondo di vetro.

Appena sono tornata a Milano ho cercato subito la ricetta ed ecco i miei cinnamons rolls per combattere la nostalgia.

La ricetta della pasta è di Tuki e qui trovate la sua versione glutinosa.

Key lime pie

 

Ho sempre fretta di fare le cose e poi ovviamente me ne succede sempre una!

Questo dolce non doveva essere presentato in tanti cubetti finger food, ma a fette con un corposo strato di panna, ma la mia maldestrezza ovviamente mi ha fatto frantumare la torta mentre cercavo di trasferirla dalla teglia all’ alzatina!

Fortunatamente ho imparato a riparare i danni e così mi sono inventata questi quadratini con ciuffetto di panna.

La pasta choux

Da quando ho scoperto la celiachia la pasta choux è stata sempre il mio cruccio. Nessuna delle ricette in rete mi soddisfacevano abbastanza, ma poi ho scoperto che il problema non erano tanto le ricette ma il mio forno.

Così tra le tante ricette provate ne ho riprovata una che mi aveva convinto di più. Però questa volta sono stata attaccata al forno controllando che  la temperatura fosse giusta.

Una botta di calore nei primi 20 minuti di cottura che serve a farli lievitare e poi la cottura finale a 180° per 15 min. Perfetti per essere bignè gluten free.

La ricetta arriva da uno dei primi siti di cucina senza glutine nato molti hanno fa, qui la ricetta originale della pasta choux.