Blog

Lemon Tart e un augurio ad una persona speciale.

La ricetta di questa Lemon Tart arriva direttamente da Good Food. Una nota rivista di cucina inglese, ricca di ricette e che vanta della collaborazione dei migliori cuochi del mondo. Uno di questi è Gordon Ramsay. Questa è la sua Lemon Tart. Ovviamente io ho apportato delle modifiche alla ricetta. Come base ho utilizzato una frolla glutenfree, invece per la crema di limone mi sono più o meno attenuta alla ricetta di Gordon. Ho sostituito la double cream con della panna fresca. Per la ricetta originale vi rimando al sito di GoodFood. Se avete a disposizione un cannello, potete cannellizzare la crema, come consiglia appunto lo chef Ramsay. Il cannello è una di quelle cose che mi mancano e quindi niente crosticina alla mia torta.

La persona speciale è la mia mamma. Una dolcissima donna che si è dedicata anima e corpo ai suoi figli. Oggi è il suo compleanno e la sua figliola le fa un grandissimo augurio di buon compleanno.

Torta caprese

In questi giorni non ho avuto molto tempo da dedicare al blog. Sto lavorando molto e sono anche molto stanca. Spero arrivi presto la primavera, la stagione giusta per rigenerarsi. Nel frattempo mi preparo torte coccolose come questa meravigliosa caprese che ho accompagnato ad una fantastica salsa alla vaniglia. Il post è anche per ringraziare Stella e Fiordisale per il lavoro che stanno facendo contro il plagio. A chi fosse interessato può leggere qui e qui i loro post e segnalare eventuali plagi.

Mousse al cioccolato con salsa ai lamponi

Ho imparato a fare questa bontà durante il corso di pasticceria. Mi era piaciuto molto l’effetto cromatico ed il sapore di questo dolce. Infatti non vedevo l’ora di prepararlo. L’occasione si è presentata venerdì. Avevo gente a cena, sapevo che i miei commensali adoravano il cioccolato e quale occasione migliore per prepararlo. Sono rimasti tutti folgorati dalla delizia di questa mousse. La salsa di lamponi con il cioccolato è davvero delizioso. Questa salsa può essere fatta con altra frutta, la cosa importante è che non usiate frutta troppo acquosa. Durante la preparazione della mousse nell’incorporare la panna e gli albumi è possibile usare una frusta, le maglie della frusta rompono l’impasto e non lo smontano, l’importante è ricordarsi che il movimento deve essere dal basso verso l’alto e delicato. La mousse può essere servita anche con qualche lingua di gatto e con lo stesso impasto di questi biscotti è possibile fare delle cialde da riempire con la mousse. La ricetta delle lingue è qui.
Ps: quel sifone bianco che si vede nella foto del post precedente è semplicemente un’ oliera. Carina, vero?

Crostata con marmellata di rabarbaro e zenzero

L’altro giorno rovistando nella mia dispensa ho trovato questo vasetto di marmellata. L’avevo acquistato tempo fa ad Urbino in un bel negozietto del centro. Quando posso faccio una scappatella in questa città perchè la mia sorelline vive e studia lì. Vi consiglio di farvi un giro se non ci siete mai stati. Il centro storico è molto bello ed è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO, ma anche il resto e la natura che circonda la città non sono assolutamente da perdere. Nello stesso periodo ho avuto anche l’occasione di vedere il festival degli artisti di strada in un piccolo comune in provincia di Urbino, Pennabilli. Per chi avesse voglia di dare un occhiata al festival, ho uplodato su Flickr le foto che avevo dimenticato di aver fatto. Adesso passiamo alla crostata. Ero alla ricerca della marmellata perchè volevo provare la mia nuova ricetta di pasta frolla. Cercavo una pasta frolla più croccante, meno soffice. Purtroppo le mie farine sono composte più che altro da fecole e amidi che rendono gli impasti molto morbidi. Avevo però sentito al corso che aumentando la quantita di grasso si da più croccantezza all’impasto, così ho voluto provare. Ho aumentato il burro e ho aggiunto anche due tuorli. Il risultato direi perfetto, la pasta risultava croccante come volevo io.

Torta di mele e uvetta

Questa è la mia torta di mele preferita. La preparo spesso e ne mangio volentieri una bella fetta a colazione. Se ho voglia e tempo la scaldo nel mio fornetto. Calda risulta ancora più buona. Fatta con ingredienti semplici, niente burro ne olio. La pasta non risulta per niente asciutta anzi risulta morbida grazie alle mele, che tendono a mantenere umido l’impasto. Quindi per avere una torta molto soffice, metto molte mele sia all’interno dell’impasto che in superficie. Oltre alle mele, a volte aggiungo nell’impasto un qualcosa in più. Questa volta ho messo dell’ uvetta, a volte sono mandorle o noci o della farina di grano saraceno.

Cioccolata in tazza e marble cake

Comincio con l’augurare a tutti un 2009 fantastico. Il mio devo dire che è cominciato bene. A Natale ho ricevuto un bellissimo regalo dal mio uomo, un piccolo pacchetto che conteneva una pergamena sulla quale c’era scritto “Buono regalo per corso di pasticceria di base“. Non potevo crederci. Ho sempre desiderato fare questo corso ma visto il costo eccessivo ho sempre rinunciato. Grazie amore mio! Il corso inizia sabato e per sei sabati sarò impegnata a pasticciare nella scuola della Cucina Italiana. Non vedo l’ora! A parte questa piccola novità, ieri mentre rientravo dal lavoro e viste le temperature polari che c’erano mi è venuta voglia di qualcosa di caldo e super calorico. Voglia di una cioccolata calda. Detto fatto. Mentre preparavo gli ingredienti ci ho aggiunto anche qualche spezia. Canella e anice stellato. Ho preparato così una hot spice chocolate che ho gustato con un buon marble cake. Anche lei aveva voglia di cioccolata e vi consiglio di farvi un giretto nel suo blog. Il suo preparato per cioccolata in tazza homemade è davvero fantastico, da provare assolutamente!

Birthday cake

Il 7 dicembre è stato il compleanno di questa piccola peste. La piccola peste è Giulia, la mia nipotina. Giulia mi ha commissionato un bel po’ di tempo fa la torta per il suo compleanno. La zia Anna ha lavorata molto, le ha provate tutte ed è giunta ad una conclusione. La miglior cosa per tirar fuori una torta bella, allegra e colorata è quella di usare la pasta di zucchero. Ed ecco la mia prima torta di compleanno con la pasta di zucchero o fondant rolled.

Alchechengi al cioccolato

Ho sentito parlare, per la prima volta, di questa strana bacca quando sono venuta a vivere a Milano. Un amica, che non vedo da tempo, li comprava nel periodo natalizio, li ricopriva di cioccolato e li regalava. Diceva che erano semplici da preparare ed si presentavano bene. Effettivamente l’alchechengio si presenta davvero bene. Molto particolare l’involucro che avvolge la bacca, un calice di foglia che sembra fatto di carta con all’interno la bacca che si presenta di arancione brillante. La bacca è leggermente acidula, viene usata sia per preparazioni dolci che salate. Con il cioccolato si sposa davvero bene. A Milano il frutto è facile da reperire, lo si può trovare nei grandi super e dai fruttivendoli.

Pumpikin pie.

Joy of baking è uno dei miei siti preferiti. Il sito è ricco di ricette sopratutto dolci con delle belle foto. Qui si possono trovare ricette per qualunque tipo di occasione, stagione, frutta o …e qui ho trovato la ricetta di questa pumpikin pie. Una crostata con una base di brisée e una crema speziata di zucca. Ovviamente io ho cambiato la ricetta in base alle mie esigenze. La mia base è fatta di frolla, un po’ meno dolce del solito e ho aggiunto alla crema di zucca una spezia in più, la noce moscata.