Chiacchiere di carnevale

Se per la maggior parte dell’Italia il carnevale è finito ed è iniziata la quaresima, per la diocesi milanese il carnevale inizia adesso e finirà sabato. Le panetterie profumano ancora di zucchero a velo e fritto, i tortelli e le chiacchiere occupano ancora le vetrine. E io povera celiaca 😀 sono dietro la vetrina a sbavare per una chiacchiera!!!!

Così torno a casa, mi tiro su le maniche e mi metto ad impastare e a friggere, tanto si sa che febbraio è il mese del fritto! Le chiacchiere sono preparate categoricamente con la grappa, la nonna del mio compagno le preparava sempre così ed erano friabili e leggere! Peccato che pur utilizzando l’ingrediente “segreto” non sia mai riuscita a riprodurre la stessa  leggerezza e friabilità con cui le preparava lei!!!

Note: 

  • Ho utilizzato la farina Molino dalla Giovanna senza glutine per fritti, buona in cottura non tende a bruciare.
  • Fate sempre attenzione alla temperatura dell’olio (180°)
  • Ho usato olio di arachidi perchè ha un punto di fumo elevato
  • Abbondate con olio
  • Friggete pochi pezzi alla volta

 

Chiacchiere senza glutine

Ingredienti

  1. 250 g Farina Molino Dalla Giovanna senza glutine per fritti
  2. 35 g di  Zucchero
  3. 25 g Burro
  4. 2 cucchiai di grappa
  5. 2  Uova
  6. la punta di un cucchiaino di lievito
  7. 1 pizzico di sale fino

 

  • Olio di semi di arachide q.b. per friggere
  • Zucchero a velo per decorare

Procedimento

Versate  la farina e lievito nella planetaria poi  aggiungete lo zucchero il sale, le uova sbattute in precedenza e la grappa . Lavorate con il gancio a foglia fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Unite il burro, quindi continuate ad impastare per 10 minuti fino a quando non otterrete un composto omogeneo. Formate una palla, avvolgetelo in un foglio di pellicola trasparente e  lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti a temperatura ambiente. Trasferite l’impasto su un piano da lavoro, tagliate dei pezzi di pasta non troppo spessi dal panetto e lavoratela leggermente. Appiattite con il palmo della mano, infarinatela e stendetela con il tirapasta impostato sullo spessore più largo. Ripiegate verso il centro i lati corti della striscia di pasta ottenuta, dopodiché tiratela nuovamente impostando ogni volta su uno spessore sempre più piccolo. Non arrivate all’ultimo numero perchè le chiacchiere vanno tenute leggermente spesse. Tagliate dei rettangoli lunghi circa 10 cm fate due taglia la centro o un unico taglio e se riuscite ripiegate un lato della pasta all’interno. Portate l’olio a temperatura (170°/180°). Immergete le chiacchiere poche alla volta per non rischiare di abbassare troppo la temperatura dell’olio. Rigiratele con una schiumaiola, scolatele su carta assorbente. Quando saranno fredde spolverizzatele con dell’ zucchero a velo.

 

2 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 1
    Elena

    Ohhhh anche io da lecchese doc e ambrosiana come te festeggio il carnevale questa settimana 🙂 E la grappa la metto pure io, la mia zia faceva di quelle chicchiere meravigliose leggere e friabili come nuvole, ma le tue mi sembrano fantastiche nello stesso modo!!!! Un bacione

Rispondi