Panzerotti mozzarella e pomodoro

No, il 2011 non è proprio il mio anno.

Attendevo di fare questo viaggetto da molti mesi, l’avevo chiamato il viaggio della consolazione, ma visti gli ultimi eventi non so se potremmo partire per il Giappone. Un po’ sfortunata lo sono ma mai quanto la gente che sta vivendo una situazione simile.

La mia necessità di dover evadere da Milano è ai massimi storici e dovrò cercare un’alternativa per le mie due settimane di ferie. Qualcuno mi suggerisce una metà non troppo costosa  o mi ospita??? 😀 In attesa di scoprire dove andrò mi consolo con qualcosa di stuzzicante, i panzerotti!

panserotti

Panzerotti

  1. 280g di mix B
  2. 120 g di Farmo con fibre
  3. 100 di Pandea Glutafin select
  4. 25g di lievito di birra
  5. 350 ml di acqua
  6. Olio extra vergine d’oliva
  7. Sale

Per il ripieno
Mozzarella, pomodoro a pezzi, prosciutto
Olio di mais per friggere

Il procedimento dell’impasto dei panzerotti è fatto con una impastatrice. Mettere nella ciotola l’acqua tiepida ( venticinque gradi circa) il lievito e scioglierlo con il gancio a velocità 3, sempre con il gancio in movimento a velocità 1 aggiungere il mix di farine e infine l’olio. Lavorare l’impasto per circa 8/10 min. a velocità 2. Lasciare lievitare l’impasto nella ciotola coperto da un foglio di pellicola. Una volta che l’impasto ha raddoppiato il suo volume versatelo su un piano da lavoro aiutandovi con una spatola. Lavoratelo aiutandovi con della farina, stendetelo e con un coppa pasta di circa 10 cm tagliate dei dischi dall’impasto. Lasciate lievitare per circa 20-30 min. Appiatiteli con il mattarello, mettete il condimento al centro e poi ripiegate il disco di pasta formando una mezza luna. Se avete difficoltà a chiudere i bordi, spennellateli con dell’albume d’uovo. Premete i bordi con le dita o con una forchetta per sigillare i panzerotti.
In forno: spennellate i panzerotti con una emulsione di acqua e olio o solo olio e poi infornate a 180° per 20 min
Fritti: in abbondante olio caldo fino a quando non sono ben dorati

13 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 1
    Felix

    Ecco! Mi ricordavo io che pensavi di andare in Giappone!
    Io sono prontissima ad ospitarti e mi prepari questi splendidi panzerottini 🙂

    Un abbraccio!

  2. 2
    Michela

    Questa sarà l’ennesima ricetta che cercherò di riprodurre! Grazie.
    Ps: mi sono permessa di inviarti una e-mail.

  3. 6
    emilia

    Buoni i panzerotti ! Dai consolati, pensando che se fossi già partita……
    Mi spiace non poterti aiutare ma abito in provincia di Milano, non faresti molta strada 😉
    Buon fine settimana.

  4. 7
    Sonia

    cara Anna mi dispiace molto per il tuo viaggio, ma come hai detto tu loro poverini stanno peggio 🙁 la Sicilia no?
    panzerotti strepitosi e da copiare.
    bacioni e tranquilla, ogni impedimento è giovamento
    ciao :X

  5. 8
    lagaiaceliaca

    su coraggio anna, devi farti coraggio.
    è vero che quando le cose cominciano a girare torto, sembra che tutto giri torto, ma la cosa consolante, anche se so che non è facile crederci, è che prima o poi smette.
    ti mando un triplo abbraccio.
    e mi mangio i tuoi panzerotti gustosissimi e bellissimi.

    per inciso, se vuoi puoi venire a firenze, in ferie, ma mi rendo conto che non è la stessa cosa che andare in giappone…

  6. 9
    saretta

    Io sono a Milano ed avrei una voglia anch’io di partire….Mi spiace davvero Anna ma, il mondo è grande e qualche buona offerta la troverai.Mai pensato Zanzibar + safari?Baci

  7. 11
    Tinny

    …Non so che dire…a volte sì, c’è proprio una sorta di accanimento…lo so bene. Troverai sicuramente una valida alternativa.

  8. 12
    zer0gluten

    Impresionante lo que consigues con esas mezclas de harina. Tendría que intentarlo solo con Schar. Supongo que no quedará igual, pero aquí no es fácil encontrar las harinas que mencionas.
    Lo dicho, magnífica la receta.
    Las fotos, mammmmmmma mía!
    Besitos.

Rispondi