“Esse” tutti facessero il proprio dovere

IMG_5997

Lavoro presso un ente pubblico, lavoro con amore e dedizione. Ho a che fare con molte persone e sono sempre sorridente e gentile, le aiuto anche se a volte va oltre le mie competenze, in sostanza faccio il mio dovere. Ultimamente invece mi rendo sempre più conto che per molti questa non è la regola ma l’eccezione.

Non sto parlando del mio lavoro ma in generale di quello che succede in Italia, quando si ha necessità di qualcosa bisogna sempre conoscere qualcuno o avere un avvocato di fiducia…perchè? Perchè non posso far valere i miei diritti senza ricorrere a sotterfugi???? Perchè le persone non fanno semplicemente il proprio dovere????

Mi rendo sempre più conto che ciò che fa andare avanti questo paese è la furbizia e non sicuramente l’onesta e mi rendo sempre più conto di non farne parte.

Passiamo alla notizia allegra: siamo riusciti a risolvere la storia dei biglietti per Tokyo, ce li hanno finalmente cambiati per un’altra destinazione. Domani vi dico per dove 🙂

Vi lascio con le esse, biscotti che a Milano si trovano dal prestinaio (panettiere). Sono fatti con frolla montata e immersi in parte nel cioccolato. La ricetta originale è della Cassata Celiaca, se non conoscete il suo blog fateci un giretto, ci sono delle cose davvero interessanti.

IMG_5995

Esse

  1. 225 gr. farina Farmo
  2. 1 uovo
  3. 150g burro
  4. 75g zucchero di velo*
  5. 1/2 cucchiaino di lievito*
  6. bacca di vaniglia
  7. un pizzico di sale
  8. Cioccolato fondente*
In una ciotola montare il burro morbido con lo zucchero, aggiungere l’uovo e i semi della bacca di vaniglia. Aggiungere a poco a poco la farina, incorporandola con una spatola e il poco di lievito per dolci. Versare il composto che risulterà ben sodo in una sacca da pasticceria con beccuccio a stella. Imburrare la teglia e mettere sopra un foglio di carata da forno, fare aderire bene. Prendere la sac a poche e formare  delle esse. Infornare in forno già caldo 200° i primi min e poi a 180° per i restanti 8 min. Lasciare raffreddare e intingere le estremità in cioccolato fondente fuso.

18 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 1
    Sonia

    no!! passo di qui e che mi trovo? il mio nome citato! grazie Anna, mi rendi onore! :-)) per quanto riguarda l’inizio del post, purtroppo hai ragione e qui al sud, se possibile, la cose è ancora più estremizzata…fa parte della nostra mentalità e credo che ce la inculchino nel dna..è frustrante e demoralizzante, ma io sono come te e la penso allo steso modo: nel nostro piccolo facciamo ciò che va fatto. baci e grazie ancora:D
    ps. i biscotti sono bellissimi 😀

  2. 3
    gaia

    oddio le esse sn LA mia colazione del sabato mattina da quando tiravo la gonna alla mamma, brutto viziaccio goloso che mi ha inculcato lei!
    ci pensavo sabato perchè appunto ne ho presa una dal prestinaio e voglio farle anche io!

    aaaaaaaaaaaah goduria.

  3. 4
    Veru

    Non conosco le S milanesi ma se vuoi mandarmene un po’ io le accetto volentieri per fare da tester 😀 Buon viaggio, peccato tu non possa andare a Tokyo:( peccato davvero!

  4. 5
    Nepitella

    e ti chiedi perchè??? perchè siamo in Italia e va così. E più tu sei onesta e disponibile più ti rendi conto che in realtà le cose non vanno così e tu non sai quanto che mi arrabbio… invece sono felice che hai risolto e che parti per la tua vacanza, non pensare ad altro e divertiti. Prendo un biscotto che ho fame, baci

  5. 6
    FrancescaV

    hai ragione Anna, una furbizia che non porta da nessuna parte e di cui si vedono i risultati Passiamo ale cose piacevoli, queste Esse ti sono venute perfette, e i colori cosi belli delle foto le fanno apprezzare ancora di piu.

  6. 7
    Nepitella

    e ti chiedi perchè? ma perchè siamo in Italia e va così. Più tu sei onesta e disponibile più ti rendi conto che invece gli altri non lo sono. Non sai quanto mi arrabbio…
    Sono contenta che hai risolto, diverti un mondo nel tuo viaggio. Ti rubo un biscotto che ho fame :))

  7. 8
    Cris

    Ma sono perfette! Le mangerei tutte quante! Sono cuorios di scoprire la vostra destinazione!
    Per il resto non commento, speriamo che quest situazione possa cambiare in futuro!

  8. 9
    Laura

    Bellissime e devo anche essere buonissime!

    I problemi di cui parli ci sono da anni in Italia. E’ una mistura di menefreghismo e disonesta’, ti assicuro che no mi manca.

    Aspetto di leggere la nuova meta.

  9. 11
    alessandra

    ma che meraviglia, sono identici a quelli che trovo al bar alla mattina!!
    non vedo l’ora di sapere dove te ne andrai, quindi devo dedurre che niente argentina?? 🙁
    ciao e goditi la vacanza! (uvunque sia)
    alessandra

  10. 12
    Diletta

    Anna, concordo….io dopo anni all’estero sto facendo proprio una gran fatica a rimettere radici….

    Le tue S sono splendidissimissime!!

    Un sorriso super,
    D.

  11. 13
    caterina

    Sei fantastica…mi piacerebbe conoscerti peccato che siamo lontane…grazie per le belle cose che pubblichi!!!!

  12. 14
    lagaiaceliaca

    meravigliosi questi biscotti! e hai ragione, sonia è una pasticcera superlativa!

    per il resto, ti quoto alla grande, invece che a un incivilimento della società, si assiste a un imbarbarimento quotidiano…

  13. 16
    Paola

    ciao Anna, stasera provo la tua ricetta cosi’ se mi vengono buoni a pasqua li preparo per i miei…sarebbe anche una novita’ per me usare la farmo assoluta!!! Spero per il gusto…e’ stato un piacere conoscerti!!

  14. 17
    Gluticchia

    ciao Anna, stasera provo la tua ricetta cosi’ se mi vengono buoni a pasqua li preparo per i miei…sarebbe anche una novita’ per me usare la farmo assoluta!!! Spero per il gusto…e’ stato un piacere conoscerti!! 🙂

  15. 18
    Anna

    CIAO MIA OMONIMA!!!
    UNA DOMANDA MA PER QUESTO TIPO DI RICETTA NON POSSO USARE UN ALTRA FARINA SENZA GLUTINE? LA FARMO NN LA TROVO FACILMENTE…
    ATTENDO TUE NOTIZIE. GRAZIE

Rispondi