Donna Hay: mince pie

Gluten free mincie pie

Un’altra ricetta e un’altro libro.Le Mince pie, un dolce inglese tipico della tradizione  Natalizia. Una leggenda racconta che è il cibo preferito di Babbo Natale.

Wikipedia dice:

E’ tradizione lasciare un piattino con una o due tortine sul bordo del caminetto (accompagnato da un bicchierino di brandy o di sherry e da una carota per la renna) come ringraziamento affinché le calze di Natale siano ben riempite di doni. Sempre secondo la tradizione, quando si prepara il ripieno per le mince pie bisogna sempre girare l’impasto in senso orario; girando in senso antiorario, infatti, si attirerebbe la cattiva sorte per l’anno a venire”

La ricetta non arriva da una signora inglese ma  da una delle più  famosa  Donne australiana: Donna Hay. Dal libro Christmas queste tortine sono semplici da preparare e molto gustose. Io ho fatto alcune modifiche. La ricetta originale prevede l’utilizzo della pasta brisée, io ho preferito usare della  frolla preparata con meno zucchero. Per il ripieno ho usato solo un tipo di uvetta anzichè due e non ho usato le mandorle a filetti ma noci a pezzi e pinoli. Ho preferito il  rum al posto dello sherry e ho aggiunto delle spezie come cannella e noce moscata.

Gluten free mincie pie

Pasta 700g circa frolla senza glutine poco dolce (80g di zucchero anzichè 125g)
1 uovo leggermente sbattuto
zucchero
Per il ripieno
1 mela
50g di uvetta
50g di arancia candita
100g di zucchero di canna
spezie miste
burro fuso
2 cucchiai di rum
noci e pinoli
cannella e noce moscata

Tagliate a dadini piccoli la mela, mettete tutti gli ingredienti del ripieno in una ciotola, tranne le noci e i pinoli. Mischiate bene e mettete da parte. Conservate in frigo per 12/24 ore. Stendete la pasta a 2 mm di spessore, con un coppapasta di 7 cm di diametro ricavate dei dischi. Disponeteli in stampi per muffin, imburrati. Aggiungete al ripieno le noci e i pinoli, poi mettetelo nelle tortine. Con la pasta rimasta formate delle piccole stelline e sistematele sulle tortine. Spennellate con l’uovo, spolverizzate con lo zucchero e infornate a 180° per 15/20 minuti, finchè sono dorate.

17 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 3
    Gio62

    Tortine splendide e bellissime le fotografie!
    Che tipo di arancia candita acquisti? Non riesco a trovare la frutta candita del Prontuario …
    Ancora complimenti.
    Giovanna.

  2. 5
    lagaiaceliaca

    che tortine splendide!

    negli ultimi tempi anna sono fuochi di artificio, nel tuo blog…

    auguri anche a te di buon anno!

    per gio62: guarda, per caso proprio ieri ho scritto alla paneangeli perché avevo saputo che molti dei loro prodotti, pur non essendo in prontuario, erano privi di contaminazioni. mi hanno risposto con una mail molto precisa, dalla quale si capisce chiaramente che sanno cos’è la celiachia e qual è il problema delle contaminazioni (infatti pare che prima erano nel prontuario, ed è stata una politica aziendale dettata non so da cosa di non starci più) e, fra i prodotti elencati garantiti come privi di contaminazioni, segnalano proprio
    Arancia, Ciliegie, Macedonia, Cedro canditi
    comunque se vai sul loro sito e gli scrivi, loro ti rispondo subito con quest’elenco di prodotti privi di glutine.

  3. 6
    enza

    ma buongiorno.
    vedo solo ora il vestitino nuovo è bellissimo (e finalmente non mi devo cecare).
    le mince pie le prepara sempre una mia amica inglese ma non so se sa dei giramenti d’impasto io so solo che l’anno prossimo avrò il trave del camino su cui metterli evvai.
    auguri casa, per tutto, io entro ed esco dal PS tu come sei messa? idealmente potremmo fare un brindisi, oggi, l’1 giorno e il 2 notte.
    anna nella stringa dove devo scrivere l’url del mio blog non accetta le www ma solo l’http:/ è normale?

  4. 8
    gio62

    Grazie della segnalazione Gaia ! Proverò allora anch’io a scrivere alla Paneangeli …. Chissà mai che ricevendo
    tante richieste non decidano di rientrare nel Prontuario !!!

  5. 9
    Reb

    Meravigliose, senza detrazioni! E mi piace moltissimo la sostituzione col Rhum 😀
    tanti, tanti auguri di buon nuovo anno Anna cara.

  6. 11
    elisa

    ciaoooo!!!!!! sei un mito…anche io ho fatto le mince pie sul mio blog, ma ovviamente non mi sono arrischiata a proporle senza glutine. la mia frolla gluten free non è ancora perfetta. proverò e riproverò finchè non saranno ottime, come le tue! è un gran lavoro di ricerca, ma quando si ha un’insegnante come te…Grazie di tutto!

  7. 13
    gaia

    ciao anna!
    come stai? è sempre troppo tempo che non ci vediamo! sono passata a sbrirciare sul tuo profilo di fb e ho visto la ricetta di queste mince pies! le ho fatte anche io prima di Natale come regalino per le amiche e me ne sono innamorata!
    anche le tue sono spettacolari!
    un abbraccio grande

  8. 15
    barbara

    ciao, sono celiaca da 2 anni e da molto guardo con ammirazione il tuo sito pieno di ricette deliziose (specialmente i dolci).Purtroppo non sono molto abile in cucina, anche se essendo golosa, vorrei molto riuscire a riprodurre le tue specialità. VOlevo chiederti intanto dei consigli base per facilitarmi nell’ardua impresa: ho visto che in passato utilizzavi per i dolci un mix di farina composta da farina di riso,fecola di patate e farina di tapioca (quest’ultima la potrei trovare nella catena Natura sì anchè se non certificata dall’associazione e quindi a dubbia sicurezza dovuta a contaminazioni con farine glutinate). Ora usi molto la farina BiAglut. Con quale ti trovi meglio e con quale tra queste due è più facile fare ad esempio la pasta frolla? Mi consiglieresti un robot o una impastatrice dato che sono un disastro per lavorare la frolla?(quindi le crostate e i biscotti mi sono preclusi).Grazie mille e sentitissimi complimenti!

  9. 16
    Lynne

    My daughter and I made mince meat the Friday after our Thanksgiving. I have yet to make the tarts as you have which are beautiful and photographed so well. However, I did use the shortbread cake dough from Dorie Greenspan’s Baking From My Home to Yours to make a mince meat shortbread.

  10. 17
    anna

    Ciao Barbara.
    Utilizzo il mix per gli impasti lievitati quindi per plumcake, pandispagna etc invece per la frolla uso la farina BiAglut.
    Io come impastatore ho a casa il KitchenAid e mi trovo davvero bene, ma credo che anche il Kenwood sia buono.
    Un abbraccio
    Anna

Rispondi