Crostata con marmellata di rabarbaro e zenzero

Rhubarb and ginger tartRhubarb and ginger tart

L’altro giorno rovistando nella mia dispensa ho trovato questo vasetto di marmellata. L’avevo acquistato tempo fa ad Urbino in un bel negozietto del centro. Quando posso faccio una scappatella in questa città perchè la mia sorelline vive e studia lì. Vi consiglio di farvi un giro se non ci siete mai stati. Il centro storico è molto bello ed è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO, ma anche il resto e la natura che circonda la città non sono assolutamente da perdere. Nello stesso periodo ho avuto anche l’occasione di vedere il festival degli artisti di strada in un piccolo comune in provincia di Urbino, Pennabilli. Per chi avesse voglia di dare un occhiata al festival, ho uplodato su Flickr le foto che avevo dimenticato di aver fatto. Adesso passiamo alla crostata. Ero alla ricerca della marmellata perchè volevo provare la mia nuova ricetta di pasta frolla. Cercavo una pasta frolla più croccante, meno soffice. Purtroppo le mie farine sono composte più che altro da fecole e amidi che rendono gli impasti molto morbidi. Avevo però sentito al corso che aumentando la quantita di grasso si da più croccantezza all’impasto, così ho voluto provare. Ho aumentato il burro e ho aggiunto anche due tuorli. Il risultato direi perfetto, la pasta risultava croccante come volevo io.

My creation

300g di farina senza glutine (Biaglut)
180g di burro leggermente morbido
125g di zucchero
2 tuorli
1 uovo
marmellata a piacere

Mettete su un piano di lavoro la farina, lo zucchero e il burro e comincitate ad impastare. Poi aggiungete le uova e impastate bene. Formate un panetto e conservatelo in frigo per circa 20 min avvolto in una pellicola trasparente. Imburrate ed infarinate una teglia per crostata. Infarinate bene il piano e stendete la pasta. Mettetela nella teglia e versateci sopra la marmellata. Con il resto della pasta fate delle striscioline o a mano o con una rondella tagliapasta. Infornate a 180° per 25/30min. Questa che vedete sotto è una versione semplificata della crostata. Stendo l’impasto su un foglio di carta da forno che ho tagliato a cerchio. Poi lo poggio su una base di una tortiera. Metto al centro la marmellata, piego i bordi e inforno.

Chestnut tart
Crostata con marmellata di marroni

*************************************

*Nell’acquistare gli ingredienti utili alla preparazione di questa ricetta è importante consultare il prontuario dei prodotti in commercio senza glutine.

44 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 1
    FrancescaV

    che belle tutte le fotine con i passaggi!! Questa primavera ho in programma di rifare un po’ di marmellate al rabarbaro come avevo fatto l’anno scorso con Alex. E Rabarbaro e zenzero è nella lista 😉 Ti farò sapere! Pensa che ad Urbino ancora ci devo stare, rimedierò. Un bacio!

    p.s. attendo la tua richiesta su FB 😉

  2. 6
    fantasie

    Voglio assolutamente provare la tua versione della pasta frolla, perché la mia viene un po’”morbida” … però il ripieno lo cambierò con uno che mi fa tornare molto indietro negli anni, quando la mia mamma il pomeriggio, per merenda, cucinava la sua famosa CROSTATA CON RICOTTA E NUTELLA… una vera goduria!!!!!!!!!!!

  3. 12
    Virginia

    No, no, famme capì!!! Lo pago 15 eurini al chilo e non è neppure italiano???
    Ritorno sulla mia teoria dell’orticello…
    Comunque un giretto con te lo farei volentieri…magari quando recupererò l’uso di tutte e due le gambe (ovvero tra 4 mesi)…

  4. 13
    Francesca

    io ad urbino ho studiato e vissuto, e inutile dirlo che la conosco come le mie tasche…:) è stata patria di tante cose,e le voglio un bene dell’anima.
    e figurati , una di quegli artisti di strada che hai visto
    a pennabilli è una mia carissima amica saltimbanco 🙂
    Insomma tante cose ci hanno per poco avvicinato. E ora direi di avvicnarci pure con la crostata croccante che provero’ presto!!
    ciao un bacio
    f

  5. 14
    enza

    la pasta frolla ha un livello di difficoltà notevole.
    io, imbranata come sono con gli impasti, ci ho messo anni solo che mi veniva croccante e la volevo soffice :))))
    ho aperto il tuo blog con Livia in braccio.
    oggi crostata!

  6. 16
    Irene

    E’ da poco che conosco il tuo blog e forse mi sono persa qualche informazione su di te… ma mi sto chiedendo (sicuramente per deformazione visto che il mio blog parla e commenta libri): ma perchè Anna che cucina così bene per noi GF e che poi fotografa altrettanto bene che è un “gusto” solo a vederle le foto, non pubblica un libro??? Ok ce ne sono tanti di cucina, ma tanti sono fatti veramente male e pochi sono GF! T ho lasciato la mia e-mail per l’aiuto sulla lievitazione… continuo a produrre “muffin-buoni-ma-piatti”… nuova ricetta da non fotografare assolutamente. ciao ciao

  7. 17
    Lo

    le foto seono splendide…e poi mi fanno capire abbastanza bene come trattare la frolla! Ti ringrazio anche per i consigli su come usare la vaniglia! un bacione

  8. 20
    Virginia

    Fichissima la sequenza fotografica!
    Sulla crostata NO COMMENT. Oltre a non trovare il rabarbaro fresco, credo non sarei in grado di trovarlo neppure in scatola sotto forma di confettura…grrr!!
    A parte le famose caramelle, credo di non averlo mai mangiato…
    Tu sei mai riuscita a scovarlo da qualche fruttivendolo???

  9. 21
    anna

    Ciao Francy…si Urbino è davvero bella…grazie…baciotti
    Dany anche la mia veniva troppo friabile ma con questa sono riuscita a renderla più croccante provala e fammi sapere.
    Virginia a Milano io il rabarbaro l’ho visto in piazza tricolore c’è un fruttivendolo che lo mvende ma lo vende più dell’oro…mi pare a 15 euro al Kg…una follia! Altri posti non so… se vado a Londra questa primavera me lo compro e me lo porto in Italia!!!!

  10. 22
    Moscerino

    ma che meraviglia quelle foto passo passo!! ma come fai a farle? io mentre cucino non potrei toccare la macchina fotografica…faccio troppa confusione! per non parlare dei piano di lavoro…le mie pietanze non possono essere fotografate “in divenire”!! invece il tuo piano di lavoro sembra così ordinato…

  11. 23
    Adrenalina

    Ahhhhhhhhh la pasta frolla, mia croce da sempre!!! Proprio sabato ho provato a farne una al cioccolato e devo dire che mi era uscita anche bene considerato che l’ho fatta con il kitchen aid invece che con le mani roventi (che sono nemiche della past frolla). Messa nella tortiera e in forno poi e il guscio era bello che pronto, pensavo di aver vinto io questa battaglia ed invece non mi si staccava dalla tortiera, fichè capovolgendola è caduta di botto nel piatto rompendosi 🙁
    L’abbiamo mangiata a pezzi perchè era buonissima però che sconforto 😛
    Vedendo le tue crostate così belle e perfette mi rendo conto che sulla pasta frolla cè molto da lavorare e da studiare! Quella cremina di marroni deve essere fantastica!!
    Bellissima la sequenza delle foto!!
    Bravissima come sempre!!!
    :*

  12. 25
    Zerogluten

    Esa masa la voy a probar yo, porque no se ve dificil de manejar y me gustan mucho este tipo de costratas.
    Las fotos como siempre, maravillosas.
    Besitos sin gluten desde España

  13. 29
    Virginia

    Il malefico fruttivendolo di piazza Tricolore…devo averlo già sentito!!
    Questa primavera proverò a corromperlo…
    Ma non si può provare a piantarla sta benedetta pianta???
    Uffi…
    Baci e grazie!

  14. 31
    anna

    Virginia e sì è proprio lui…l’orafo di piazza tricolore! Se vuoi un giorno ci andiamo insieme. Lui mi ha detto che verso settembre costa molto meno perchè è quello italiano.

    Grazie Gnus, magari! Che bello c’eri anche tu, ma pensa peccatro non averti visto…ma ci torn quest’anno?
    Baci

    Francy allora hai visto anche quel fantastico negozietto che vende tè marmellate e, se non ricordo male anche tessuti di lino? 😀

    Lo figurati non credo però che tu ne abbia bisogno ;D …bacioni

    Mary grazie.
    Elisa non saprei associarlo ad un altro cibo…dovresti provare quelle caramelline che vendono al rabarbaro. il sapore della marmellata è molto simile a quello con una punta di piccante data dallo zenzero.

    Alex che ci invii via un po’ di rabarbaro quando sarà stagione?

    Erborina mia chef grazie!

  15. 32
    Barbara

    Bellissime entrambe le tue crostate! Sai che non ho mai assaggiato la confettura di rabarbaro? Se la trovo senza zenzero (che non amo particolarmente) mi sa proprio che devo provarla, grazie!!

  16. 34
    Francesca

    anna , sì ma ce ne son diversi! però uno è proprio storico ..è in Via Raffaello, la salitona senza fine…dovresti ricordarla se era quello il negozietto 😉

  17. 37
    Cuoche dell'altro mondo

    Quando sarà di nuovo stagione quest’anno dovrò farne proprio tanta di confettura di rabarbaro, è tra le mie preferite. E da quanto non mangio un pezzo di crostata …
    Bellissima la sequenza passo passo.
    Un bacione
    Alex

  18. 42
    kia

    Anna!! sono passata per ringraziarti!!!
    sabato ho avuto una festa con tutti i bimbi della classe del mio bambino!! Ero ricorsa ai tuoi consigli per fare una torta per la maestra che è celiaca… Avevo pensato di inizare con una crostata… e crostata è stata.
    Morale della favola. La maestra non è venuta… ma la crostata è venuta così buona che … ne è avanzata solo una piccola fetta… che una mamma ha chiesto di prtare a casa per la colazione!!! Basta un grazie??

Rispondi