Alchechengi al cioccolato

Alchechengi or Physalis longifolia
Ho sentito parlare, per la prima volta, di questa strana bacca quando sono venuta a vivere a Milano. Un amica, che non vedo da tempo, li comprava nel periodo natalizio, li ricopriva di cioccolato e li regalava. Diceva che erano semplici da preparare ed si presentavano bene. Effettivamente l’alchechengio si presenta davvero bene. Molto particolare l’involucro che avvolge la bacca, un calice di foglia che sembra fatto di carta con all’interno la bacca che si presenta di arancione brillante. La bacca è leggermente acidula, viene usata sia per preparazioni dolci che salate. Con il cioccolato si sposa davvero bene. A Milano il frutto è facile da reperire, lo si può trovare nei grandi super e dai fruttivendoli.
Alchechengi or Physalis longifoliaAlchechengi or Physalis longifolia
Alchechengi or Physalis longifolia
Alchechengi
Cioccolato fondente*
Burro

Fate fondere il cioccolato a bagnomaria. Fuori dal fuoco, incorporate al cioccolato una noce di burro e mescolate bene. Aprite gli alchechengi, piegate le foglie verso l’alto e lavate il frutto, asciugate bene. Immergete nel cioccolato fuso gli alchechengi, tenendoli dalla foglie, in modo tale che la bacca arancione sia ben ricoperta. Adagiateli su una gratella e riponeteli in frigorifero.
Alchechengi or Physalis longifoliaAlchechengi or Physalis longifolia
Alchechengi or Physalis longifoliaAlchechengi or Physalis longifolia
L’alchechengi hanno vari nomi, il nome scientifico Physalis alchechengi su wikipedia trovate alcune notizie. Vi segnalo anche due ricette interessanti una è di Pip, alchechengi caramellati e una è niente di meno che di Gordon Ramsay, sul sito di GoodFood, una trifle con alchechengi.

Alchechengi or physalis longifoliaAlchechengi or Physalis longifolia

**************************

* Nell’acquistare gli ingredienti utili alla preparazione di questa ricetta è importante consultare il prontuario dei prodotti in commercio senza glutine

42 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 2
    SERE

    Annina, io adoro li alchechengi ma non li ho mai fatti, li ho sempre comprati! ora mi hai messo la pulce!!!
    Maaa, quando me lo fai un corso di fotografia?
    Smack
    Sere – CUCINAILOVEYOU.COM

  2. 4
    guarino

    IO li ho scoperti da un’annetto e visto il loro aspetto decorativo sono in grado di dare colore e movimento anche se messi su una crostata di frutta. Baci

  3. 9
    NADIA

    Adoro gli alchechengi, e fortunatamente vicino a casa mia si trovano spontaneamente nei boschi! Sicuramente proverò questa tua golosissima versione!
    E complimenti per l’intervista radiofonica di qualche tempo fa!
    A presto,

    Nadia – Alte Forchette –

  4. 11
    Adrenalina

    Ma sai che non li ho mai assaggiati??!! Ecco una buona scusa per provarli 🙂
    Foto superlative, come abbini tu i colori nessuna :*

    P.S. Si sa niente della registrazione della tua intervista?? Voglio sentirti anche ioooooo daiiiiiiii!!
    Bacioni

  5. 13
    rebecca

    ciao Anna,
    ti seguo da più di un anno, da quando cioè abbiamo scoperto la celiachia prima nel mio bimbo e poi anche in mio marito. Colgo l’occasione delle feste per ringraziarti con tutto il cuore perchè grazie a te e a tante persone come te sono riuscita a dare alla mia famiglia una normalità e una grande serenità.
    Non ero mai riuscita a fare una buona pizza con glutine, ora faccio un ottima pizza senza glutine con la tua ricetta della focaccia. Sono riuscita, ungendomi le mani di olio bene bene, a fare venire con quella ricetta un ottima pizza bassa apprezzata da tutti i nostri amici e familiari. Con la stessa ricetta faccio anche dei panini. Ogni volta che preparo queste cose ti penso e in cuor mio ti ringrazio. Volevo adesso anche farlo pubblicamente.
    Grazie Anna e buon Natale a te e alla tua famiglia

  6. 15
    Fra

    Deliziosi, nella loro perfetta semplicità. Non ho mai assaggiato questi frutti, mi sa che dovrò rimediare (bella anche la ricetta di Pip)
    Un bacio e buon lunedì
    Fra

  7. 20
    Marika

    Io sono rimasta male una volta nel regalarli ad alcuni parenti che mi hanno preso in giro per un mese … così mi sono dedicata alle scorze di agrumi candite. E quando trovo l’alchechengi lo tengo tutto per me!
    Marika

  8. 21
    Lo

    sono bellissimi…io ho piantato i semini…ma nulla….devo ritentarci….la primavera prossima..è una pianta deliziosa…da vedere e da gustare 🙂

  9. 23
    VerA

    Che belli!!! Gli alchechengi sono troppo divertenti, mi rocordano tanto la casa del nonno… in giardino ne aveva un cespuglio, ed erano talmente strani, con quei fiori che sembrano di carta, che ovviamente noi bambini li coglievamo prima che potesse maturare il frutto… quindi non sapevo nemmeno fosse commestibile!

  10. 24
    enza

    ma alla fine di che sanno gli alchechengi?
    a che somigliano?
    a me mettono soggezione e mi creano diffidenza, ma dato il tuo post toccherà sdoganarli

  11. 26
    Cuoche dell'altro mondo

    Mi sono persa la tua intervista alla radio per soli 15 minuti, mannaggia! Poi mi mancava un plugin e non ho fatto in tempo a scaricare tutto. Spero venga messa nel archivio di Radio “.
    Questi frutti inpronuciabili li compro spesso e li trovo molto scenografici.
    Un abbraccio
    Alex

  12. 30
    Erika

    MERAVIGLIOSAMENTE AUTUNNALI, DEVO TROVARLI. PERCHE’ CON QUESTA RICETTINA NON PARTECIPI ALLA RACCOLTE DI JELLY. SONO PERFETTI DA REGALARE A NATALE.
    BACI

  13. 31
    SiLviA

    Ma che belli! Io li ho in casa secchi come fiori, sono una pianta molto bella, ma qui in svizzera lì ho scoperti anche come frutti: li metono di guarnizione sui dolci, ma quest’idea di ricoprirli di cioccolato lasciando i petali attaccati è davvero bella!!! Bellissime anche le foto! ciao! Silvia

  14. 32
    Carolina

    Io gli adoro, ma generalmente è un po’ frustrante, perché nessuno li conosce e al solo pronunciare il loro nome vengo guardata come una marziana…
    Le foto sono bellissime.
    Complimenti!

  15. 33
    Erborina

    Ciao Anna,
    sono bellissimi!!
    Io li ho visti tante volte come decorazione di dessert però la gente diceva che non erano da mangiare… a me questa cosa mi è sempre sembrata troppo strana… boh!
    Sono una meraviglia. Brava!!

  16. 36
    Viviana

    Ciao!!! 🙂 gli alchechengi sono buonissimi ma con quel cappottino di cioccolato imamgino riescano a superare se stessi!!! 🙂
    complimenti per il tuo blog che è una bellissima scoperta e per le tue foto :*

  17. 41
    nicola

    Io Ho questa pianta e ne ho piu di una le trovai in una coppetta ad una festa verso Natale e ne mangiai e ne presi alcune e poi a marzo le piantai ricavando i semini da alcune di quelle

  18. 42
    giacomo

    io li ho piantati nel mio giardino a Como in un grande vaso circa due anni fa e dato che si moltiplicano, la scorsa settimana da circa 25 piante ho raccolto 200 frutti. sono belli da vedere e da mangiare – provate sdi possono coltivare anche sul balcone.

Rispondi