Tagliatelle fresche con barba di frate.

Pasta con barba di frate
Sfogliando una rivista un po’ di tempo fa, una vecchia rivista del 2005, credo Sale &Pepe, ho visto questa ricetta fatta con pasta fresca e barba di frate. Non avevo mai provato questo tipo di verdura, così di passaggio al super l’ho vista sul bancone della verdura e l’ho comprata. Buona, leggermente amara ma diventa davvero delizioso se mangiata con un buon formaggio morbido e delicato, come la robiola o il caprino di latte vaccino. Facile da pulire e veloce da cucinare, tempo di cottura 10 minuti.
My creation

Per la pasta
250g di farina senza glutine (Schaer x pasta o il mix di Cis)
3 uova
sale

Impastate il tutto, tirate la pasta e passatela o sulla chitarra o nella macchina nella trafila delle tagliatelle. Adagiatele su un canovaccio infarinato.

Condimento
400g di barba
200g di robiola
erba cipollina
50g di mandorle a lamelle tostate
olio, sale e pepe

Amalgamate la robiola con l’erba cipollina, l’olio, il sale e il pepe. Tostate le mandorle in una padella antiaderente. Pulite e lavate la barba e lessatela in abbondante acqua bollente per 6/8 min, unite le tagliatelle e cuocete per circa 3 minuti. Scolate e e condite con la crema di robiola.
My creation


53 Commenti

Aggiungi il tuo
  1. 1
    La Woodstock

    Che buone!!
    non sapevo neanche dell’esistenza della barba di frate, così sono andata a cercarla e ho scoperto che mi piace moltissimo anche lessata e condita semplicemente con l’olio. Ma questa pasta è davvero favolosa!! 🙂

  2. 5
    Roberto

    Ciao,

    siccome non riesco a trovare una email per contatti, ho pensato che fosse il caso di lasciare un commento.

    Mi chiamo Roberto e, prima di tutto, complimenti per il blog!

    Insieme ad un gruppo di amici appassionati di cucina e stiamo aprendo un aggregatore web di blog dedicati alla cucina, finalizzato alla diffusione e divulgazione di informazioni inerenti il mondo culinario.

    Appena entrerà a regime, secondo le previsioni, convoglierà parecchi visitatori verso i links dei blog partecipanti.

    Ti interessa partecipare con il tuo blog?

    Visita il link http://cucina.ilbloggatore.com per saperne di più.

    Per contattarci, puoi utilizzare la comoda pagina web disponibile nella sezione “Contattaci” del portale.

    Ciao e a presto!

  3. 6
    Spilucchina

    Mitica la barba di frate! L’ho scoperta anch’io da poco! Mi piace tantissimo. Secondo me non è tanto amara, sa di spinaci!
    La mangio sempre con le uova, slurp!
    Dato che ne ho un mazzetto in frigo, credo proprio che proverò questa tua bella ricetta.

  4. 9
    maricler

    Ciao Anna, giuro che questo non è spam! Dal nostro ultimo post su un localino a Milano ci è venuta un’idea: perché non creare un elenco di ristorantini a meno di 50€ a Milano e hinterland? Se ti va lascia un commento al post su Bacco, e provvederemo a creare un elenco visionabile da tutti. Ciao e buon ponte! (Maricler e Fabrizio)

  5. 11
    Serena

    Anninaaaaaaaaa… eccoti finalmente!! Avevo dei problemi con i commenti sul mio sito, ora spero di aver risolto!!!
    Buooona la barba di frate, io l’ho sempre mangiata bollita e condita con un filo d’olio, sale, pepe e limone. Non avevo mai pensato di aggiungerla alla pasta! Bell’idea!
    Un baciotto e grazie ancora.. ^_^

  6. 13
    k

    Ciao bellezza 🙂 Ma lo sai che per colpa tua (e delle tue foto!!!!) è la seconda pasta fresca che faccio in una settimana? che bontà questa qui con la barba di frate!
    appena riesco posto la mia… intanto, ti mando un bacio grande!

  7. 14
    Silvia

    mi tocca a ripetere quello che hanno detto in molti, ma veramente non posso trattenermi:

    – 400 g di barba per me sono un vero mistero, nel senso che non l’ho mai provata ma visti i risultati mi toccherò provare

    – le foto sono un vero capolavoro
    un saluto,

  8. 16
    Adrenalina

    Mai provata nella pasta! Mi sa che è giunto il momento e pensare che è una delle mie erbe preferite!
    Che dire delle foto, sempre più belle sei veramente bravissima!

  9. 18
    campo di fragole

    Ciao Anna. Bellissima ricetta di pasta…la barba di frate mai provata…. Le tue foto Anna, gia lo sai, mi catturano sempre per quella luce naturale… ehy ma dove vivi a che ora le fai? Qui c’e’ una luce cosi’ penetrante!!
    Besos,
    daniela

  10. 19
    Pippi

    Ciao Anna, questa ricetta è deliziosa, anch’io non ho mai cucinato la barba di frate anche perchè non sapevo cosa farne,hehehe ma quest’idea mi stuzzica e poi volevo farti i complimenti per le foto che hai fatto….bellissime!
    un bacio Pippi

  11. 20
    fiordisale

    silvia la barba di frate in giro (specie in centro italia) si chiama agretti. Considerali dei fagiolini, il gusto è similare, ma a me piacciono molto di più (anche se la pulizia è un po’ più laboriosa)

    ehi padronadicasa che fine hai fatto? tutto bene?
    baci

  12. 21
    Moscerino

    che belle foto! complimenti! e che bella luce che c’è a casa tua! la tua pasta poi è da primato! 🙂
    se mai dovesse capitarmi tra le mani della barba di frate proverei subito la tua ricetta!

  13. 22
    adina

    ogni tanto passavo di qua per vedere se avevi messo la pasta! :-)) io l’ho fatta quella sera poi, non te l’ho più detto, con lo stracchino. ma quello si scioglie meno, ed è meno saporito. con la robiola mi sa di buono!! bacius

  14. 24
    emilia

    Ciao Anna, grazie per essere passata da me e per avermi cosi’ fatto scoprire il tuo blog. Mi piace molto, lo metto tra i preferiti. Mi piace tutto, dalle ricette alla presentazoione 😉 A prestissimo.

    p.s. Vieste e’ bellissima !

  15. 27
    Scribacchini

    Che delizia, anche per gli occhi, questo post! Ti ho pensata proprio un attimo fa facendo colazione “senza” un po’ di cose nell’intento di volermi bene 😉
    Smack! Kat

  16. 28
    Carla

    Ciao Anna!
    da noi la barba di frate o agretti o roscani si mangia spesso come contorno, io tempo fa ho postato una quiche lorraine all’agretto e zucchine ed è venuta buona come credo anche le tue tagiatelle fatte a mano! però per pulire gli agretti ci vuole un po’ a meno che tu non li abbia già trovati senza terra.
    Carla 😀

  17. 33
    Cuoche dell'altro mondo

    Qui la barba di frate proprio non la conoscono, a me piace tanto! Ho il ricordo di mia nonna che passava le ore a pulire gli agretti. Ma con la pasta non l’ho mai mangiati e mi ispira tanto. La luce delle tue foto è eccezionale. Un abbraccio, Alex

  18. 36
    Ciboulette

    Buongiorno anna, e che buongiorno con queste tagliatelle!!
    Mai mangiata la barba di frate, mi sembra molto primaverile pero’!

    Le tue foto fanno venire tanta voglia di stare li’ da te in cucina…..

  19. 42
    anna

    Ciboulette la mai cucina è sempre aperta a tutti 😀

    Adi con la robiola è davvero buona!

    Raidne grazie
    Marilena provala perché è davvero particolare.
    emilia grazie a te
    Dolcetto sei sempre dolcissima.
    Alex grazie
    Sere meno male che hai sistemato il tutto ti stavo mandando una mail…baci
    Jelly è leggermente amara… 😀
    Dany vivo a Milano…e le foto, in questo periodo, le faccio nel tardo pomeriggio vicino alla finestra…poi dipende da quello che cucino e se devo fotografarlo subito…baci
    Soffron grazie
    Serena e night da provare!
    Gunther grazie.
    Brava Kat.
    la gallina…sono contenta che hai provato i biscotti.
    Sara grazie
    Pippi grazie
    Max grazie
    Cookie tu che sperimenti molte cose queste è da provare.
    Arietta grazie
    Anice cosa ti manca?
    Lenny provalo provalo!
    Elisa grazie.
    marjlet grazie.

  20. 43
    laGallinainCucina

    La barba dei frati mi piace molto (un pò meno da pulire) generalmente la cucino al vapore condita con olio e aceto balsamico.
    …prossiammente posterò i tuoi buonissimi biscotti al burro di arachidi…sono andati a ruba e non sono stata male :))))
    Complimenti per le tue bellissime foto!

  21. 45
    sciopina

    Wow che telepatia e’ successo cosi’ anche a me passando tra gli scaffali del supermercato… e poi l’ho messo in un vasetto, veramente in un bicchiere. Buoni veramente questi agretti..io li ho conditi con la colatura di alici di cetara..
    A presto
    sciopina

  22. 53
    Vale

    Neanche sapevo che gli “agretti” si chiamassero “Barba di frate”!!! 🙂 Ho provato la ricetta è eccellente (poi adoro l’erba cipollina…) 🙂

Rispondi